satira e opposizione

La raccolta comprende brani scritti fra gli anni Sessanta e gli anni Novanta da cantautori, gruppi rock e rap. Il filo che le collega è quello della satira contro il Potere, di cui queste canzoni raccontano le nefandezze, denunciano le ingiustizie. Dall’utopia anarchica a quella studentesca, dagli scontri fra operai e neo fascisti al declino dell’ideologia comunista, il repertorio “impegnato” di questa raccolta rievoca gli ultimi decenni di conflitti sociali in Italia.