Fabrizio De Andrè - Fra sacro e profano

Fabrizio De Andrè

ha cantato l’amore nelle sue sfaccettature più inconsuete, esaltandone la forza propulsiva verso il cambiamento. Questa sua vocazione lo ho portato a ricercare il suo (apparente) opposto: Dio, nelle declinazioni meno convenzionali. Per il ventennale della morte del più influente cantautore italiano (11 gennaio 1999) abbiamo scelto un percorso fra sacro e profano: canzoni, storie di vita e preghiere, inclusa l’Ave Maria in sardo che ne accompagnò la cerimonia funebre.